Cerca
  • Patrizia F. Sudar

E' tempo di vacanza anche per il gatto.

Aggiornato il: 10 set 2019

A casa o in viaggio: con il micio è bene organizzarsi per tempo.

L’estate è ormai iniziata e comunemente le vacanze estive sono sinonimo di libertà, divertimento, relax e viaggio.

Per molti proprietari di gatti non c’è dubbio: il gatto parte con tutta la famiglia! Per altri purtroppo, per diverse ragioni, può scattare… l’Operazione Gatto ovvero “Cosa facciamo con Micio?”



Molti luoghi di villeggiatura non accettano animali; magari il gatto mal sopporta viaggiare in auto; l’iter per ottenere il permesso di ingresso con gatto a seguito in taluni paesi è troppo lungo e/o costoso - solo per citare alcune problematiche e quindi…cosa fare?

Innanzitutto, non disperate perché una soluzione si trova sempre ma sicuramente non quella dell’abbandono! Ebbene sì, ancora oggi, purtroppo, c’è chi si ostina ad abbandonare il proprio gatto e magari per strada! Atto davvero terribile che, vogliamo ricordare, costituisce un reato penale punito dalla Legge.



Fortunatamente però i tempi stanno cambiando: se ancora nulla si può fare per sveltire le pratiche di ingresso dei pet in taluni paesi, sempre più strutture in Italia, così come in Europa, si stanno attrezzando per accogliere cani, gatti e piccoli animali e possono essere definite "pet-friendly”.


Portami con te!

Ma se proprio non è possibile portare Micio con voi in vacanza, è necessario organizzarsi con largo anticipo per trovare la soluzione ideale nonché verificare disponibilità, costi e condizioni.

La scelta dipende anche dal carattere del vostro gatto al fine di ridurre al minimo il carico di stress: non dimentichiamoci infatti che, in ogni caso, l'improvvisa assenza del proprio bipede umano di riferimento sarà per lui una fonte di stress, magari minima e magari anche ben tollerata ma sicuramente la soluzione adottata potrà fare la differenza.



Dove e a chi possiamo serenamente lasciare Micio in affidamento temporaneo?

Fondamentalmente ci sono tre opzioni possibili:

  • Portarlo in una pensione (chiedete al vostro veterinario che sicuramente saprà fornirvi il nome di una struttura di fiducia o di cui magari lui stesso è il medico di riferimento). Qui soggiornerà giorno e notte per tutta la durata della vostra assenza. In questo caso vi consigliamo di fare un sopralluogo della struttura per valutare l’ambiente e conoscere le persone che lavorano e saranno a diretto contatto con Micio. È molto importante altresì valutare altri due aspetti: in molte pensioni il gatto avrà a sua disposizione uno spazio ben delimitato (spesso una grossa gabbia metallica) ed inoltre nello stesso periodo potrebbe non essere l’unico “ospite” della struttura. Purtroppo per alcuni gatti stare confinati in una gabbia, così come stare in un ambiente dove vi sono odori di altri animali, anche se della stessa specie, non è la soluzione ottimale. In questo caso si potrebbe optare per

  • Affidarlo ad un Family Pet Sitter ovvero una persona qualificata, la quale ospiterà e si prenderà cura di Micio a casa sua nell’ambito della sua famiglia. Anche in questo caso sarebbe bene verificare l’ambiente in cui andrà a stare, conoscere gli altri membri della famiglia ma soprattutto l’eventuale presenza di altri animali. Anche in questo caso, sicuramente il vostro veterinario saprà darvi un paio di nominativi di persone affidabili e qualificate.

  • Affidarlo alle cure di una persona di fiducia (un parente, un amico, un vicino di casa o un Cat Sitter qualificato), il quale tutti i giorni verrà a casa vostra per offrirgli cibo e acqua, pulire la lettiera, dargli una spazzolata o una pettinata, giocare con lui, fargli due coccole e un po’ di compagnia. Questa è di fatto la scelta con il minor impatto “stressante”, a patto che il “badante” sia una persona già conosciuta, abituata a frequentare la vostra casa e…ben accettata da Micio. Nel caso in cui fosse una persona nuova, è opportuno, qualche tempo prima della vostra partenza, organizzare una serie di incontri “conoscitivi”, invitando il Cat Sitter prescelto a casa vostra in modo che Micio possa prendere confidenza non solo con la sua presenza in giro per casa (ricordatevi che quella casa è il suo territorio!), ma anche con il suo odore e ad essere toccato da lui. È molto importante osservare le reazioni di Micio perché sarà lui a farvi capire se ha accettato “l’invasore” come temporaneo nuovo membro della sua famiglia e quindi potrà essere “assunto” come badante di Sua Maestà il Gatto.

In tutti e tre i casi, vi è una serie di accorgimenti, che possono essere adottati per far vivere a Micio una vacanza serena, anche se non insieme alla sua abituale famiglia bipede.

#vacanza

#invacanzaconilgatto



Venite al Festival dei Gatti dove potrete seguire tante conferenze a tema e trovare tanti professionisti, che saranno a vostra disposizione per darvi ottimi consigli su come affrontare al meglio non solo le ferie ma anche più in generale l’affidamento temporaneo del vostro gatto.


21/22 settembre 2019

Festival dei Gatti

Villa Castelbarco

Vaprio d'Adda

MILANO

www.festivaldeigatti.com

55 visualizzazioni
Festival dei gatti
logo monge il petfood che parla chiaro_p
logo monge il petfood che parla chiaro_p
  • Facebook - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
© noctua srl  - p.iva 01605450335  www.noctua.it